Il genere proscritto dagli universali

La natura è demoralizzata. Tale proposizione è plagiata su tutti i supporti dell’informazione: cartacei, convocati, digitali e analogici. Tanto la distrazione quanto lo zelo sono incapaci di commentare la notizia, si limitano al passaparola letterale. Al reparto maieutico dell’ospedale, struttura che riverbera l’asilo dall’affermazione, il morale attende che le deambulanti assunte per l’insensibilità alla supplica, per l’atarassia precaria, dondolino la nascita. L’affermazione cova la protesta dei famuli, i quali sono inopportuni come l’orario di visita. Nonostante la cronica precarietà, le preghiere croniche, le suppliche alla divinità cronica essi sono impossibilitati alla commisurazione cronologica, alcuno ha mai ascoltato la voce di Kronos, niuno ha mai verbalizzato il dire di Kronos; il dondolio continua. Dianzi la distribuzione di uno spunto, la deambulante addetta al dondolio della nascita specifica interrompe l’azione e in una trasgressione passionale inclina il nascere tra le articolazioni e le pulsioni cullanti della morale.

Annunci

Ginefobia

Il morale sotto i tacchi. Una spiegazione è doverosa. In genere l’ἦϑος indossa l’indumento intimo femminile. Al maschile piace defilarsi dall’intimità, indeclinabile quale biancheria, ovvero desidera sfilare la biancheria. Una calzamaglia aderisce alla dicromia morale, ne ricama l’orlo con il costume. Alterato, il morale oscuro confonde il piede metrico con la seconda dimensione, il rilievo dell’altezza, con la diastole dei tacchi l’unità di misura è un centumviro.

Quinconce Dozzinale