Il lavavetri appoggia la spatola imbevuta di un singhiozzo che dà del sapone al parabrezza. Automedonte cinghia il pantalone con fare sostenuto. Oscilla il cenno cristallino, l’attinenza a distanza. Assevera alla spicciolata lo scialo dei pidocchi, questi non attendono che al trasferimento dalla testardaggine alla caparbietà e lui non può condurre con il pensiero a ruota libera di aver reso la pariglia del versipelle grattacapo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...