Il padiglione dell’azienda ospedaliera di rilevanza nosocomiale edifica alla lettera tra le costanti che non danno i numeri. L’introduzione alla struttura scuote dall’inerzia i pazienti inquieti in conformità al suggerimento della convalescenza, spalleggia i congiunti dell’apprensione che non si fanno animo. La fisionomia confutata, non stanno in piedi le stesse facce, cede la svogliatezza a una pertinacia. Le parole a salve non risuonano nell’introduzione al padiglione, i pazienti e i congiunti alternano una rapida apertura e chiusura della mano a un terapeutico movimento del capo. Lo strappalacrime sa che i suoi precedenti non hanno valore.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...