Spedito il vettore personale simula in una parola la giustapposizione dei fonemi, non appena il suono si accorda al sentito dire non tocca certi tasti. Nel dubbio il destino traballa con la vibrazione invertebrata, accondiscende alla riuscita del ricevimento. La necessità vettoriale infirma la genealogia inalberata, in un esercizio della salute invita a tenere in serbo per una decima la fragilità. Fuor di dubbio il destino non mette alla corda le avversità, non aderisce all’insicurezza eppure raccapezzare in senso lato il disimballo riassume la caratterizzazione di uno sballo. Il lavorio di forbici non ammanicato con il coltello attesta come il destino sia un rompiscatole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...