Il vetro della teca è specchiato. Nessun alone, malumore maculato, pulviscolo irradiato, particola materiale, foschia animosa. Il tessuto sfumato di carminio reca gli squarci indotti da fischi saltuari. Un fischio che rivolge il verso agli uccelli senza che questi ne corrispondano la voce. Un fischio esortante chi vive di sogni a invadere un mondo, possibilmente alla prima illuminazione. Un fischio difatti perfetto. Un fischio che non ha mai conosciuto un fiasco. Un fischio da far venire la pelle d’oca ai burattini.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...