La patologia non mostrava segni inequivocabili. I consulti a cui l’empatia l’aveva sottoposta, erano inauditi. Tanto lo spettro di azione della natura quanto la peculiarità della sintesi non scandivano la benedizione. Si affollavano le richieste concernenti lo stato dei segni, la patologia rispondeva con un soliloquio. Le apprensioni non collimavano con le preoccupazioni sicché un’empatia decise di accantonare l’incomprensibile risentimento e rincorrere un’affinità. L’enfasi fu lieta dell’inseguimento, non attendeva altro, e riprese la patologia. Con una combinazione di successioni e corruzioni l’enfasi dichiarò che la patologia era incontrovertibile, l’empatia doveva limitarsi alla trascrizione dei rantoli giacché non si può vivere di sogni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...