La cosa scorre i suoi contatti, ne verifica la sensibilità. Assume un’interruzione, finge di svolgere in solitaria ciò che va fatto. Recepisce i prodromi di un mancamento. La cosa non accompagnata di sicuro fallirà per la lacuna dei postumi. Congeda l’interruzione, non le resta altro da fare che riprendere i contatti,  qualcuno converrà con la sua offerta. I neumi appiattiscono la sua aspirazione. La stecca le è preclusa. Impiega una sospensione. Medita sulla dipendenza. Eccepisce l’ottimismo. Non basta un contatto sulla scorta della sensibilità affinché la cosa sia soddisfatta, ne occorre una pluralità.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...