Home > Articolo intransitivo > Un eroe tossico

Un eroe tossico

Ormai la mimesi è inefficace, l’inimmaginabile confutato, la maggioranza dei locali lo addita come figlio degli stupefacenti e senza interdizione ne prende le distanze. È inaudito che egli, espressione della corporazione del bello e del buono, paradigma dell’eccellente partito, seducente le nozze dalla molteplicità degli inviti e immuni dalla pluralità degli effetti, egli così solerte ad estrarre dal dramma la salvaguardia della similitudine in luogo della deferenza, prima ancora della simpatia, sia congiunto alla facondia appiccicosa eppure non aderente, promessa sposa contravvenuta alla magniloquenza. Orbene, a una minoranza dei locali sovviene il ricordo dell’ipostasi, egli era orfano delle accezioni anfiboliche per cui non bisogna affatto meravigliarsi, tutt’al più comprenderlo ma non giustificarlo se al ritorno, alla pretensione adottiva degli stupefacenti abbia risposto presente senza esitazione, non si sia astenuto. Gli autoctoni si radunano nel luogo ove egli, l’eroe ha sfigurato la circolazione del genio, là dove il dettaglio modificabile del concetto attivo non si fa mai sostanza, per compiangere il suo sacrificio, il sacrificio di se stesso.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: