Home > Articolo transitivo > Un verbale ricognitivo

Un verbale ricognitivo

Quel che una volta era rinomata quale sala delle udienze ospita la clientela in attesa diuturna su poltroncine di materia sintetica e deformabile. Un pantomimo introdotto alla distribuzione mnemonica scorta il cliente congedato in loco per poi ritornare sui propri passi e indicare il turno del cliente mai immemorabile. Con un lieve senso di vertigine, questi si solleva dalla conformazione sintetica e senza guida né seguito riduce la distanza dall’ambiente insolito. Ivi, la sua inquietudine è emarginata ma non disciplinata, uno scrittoio occupa la dimensione parallela all’orizzonte, le verticali debordate sono incolonnate dall’inesorabilità di tomi dalle legature sfilacciate, lo spazio sufficiente all’estensione di una sedia pieghevole è palpabile. Senza prendere sotto gamba le pieghe insolite il cliente si accomoda, percepisce un vuoto verticale attraverso cui su quella che è designabile come scranna figura il lessicomante. Egli indossa una camicia sbottonata color carne pudica, aggroviglia da manuale le dita in una penombra convessa, i lembi dei polsini sono trattenuti da piccoli dischi che sporgono dalle asole, neutrale alla presenza non fa una piega, il lessicomante non è un attaccabottoni. Il cliente è senza parole, condizione risaputa giacché il presupposto avverso non lo avrebbe proteso all’accomodamento. Sciolta la manualità delle dita, il lessicomante estrae irrimediabilmente un tomo da una verticale debordata e lo sistema nel campo prensile del cliente onda possa suscitarlo, cosa che non si fa ripetere due volte. Dopo aver colpito la legatura sfilacciata il cliente apre con accortezza il tomo, visiona un lemma, posa la palma sulla coperta di tela, restituisce alla superficie prensile dello scrittoio l’oggetto carente di sinonimi e con appagamento ripiega la sedia.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: