Una lunga fila senza coda osservabile da distanze incommensurabili, occupa l’abuso dell’illazione. La raffigurazione non inganna, la fila non si assottiglia uno ad uno né uno per uno, alcun nesso si defila. Con un cavillo che approssima la riduzione del suppergiù e del giù di lì, del grosso modo e del più o meno alla propinquità, gli elementi della teoria spingono per confermare la prenotazione. Nell’intermezzo tra una querela e un dissenso alcun nesso sfila sulla denotazione dell’evento. La filiale addetta alla sostituzione della prenotazione con la nota dell’evento conclude le imposte con l’adesione all’esaurimento dell’induzione. Gli elementi della teoria mutano e la querela e il dissenso in una riprovazione notevole, non sussiste annessione alla denotazione dell’evento né connessione alla connotazione eventuale. In una periodica evacuazione dell’inferenza teorica non turbata dalla transizione della causa maggiorata, un minimo di elementi irriducibili conferisce in una torma. Piaccia o non piaccia, voglia o non voglia, la definizione dell’evento non ospita la prenotazione, l’evento è tutt’altro che prenotabile.

Annunci

2 pensieri su “Teoria

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...