Diaulo

Le misure dilungatesi nella parodia oraria dell’unità e nella parabasi dell’adunanza sono distratte dalle eisodoi, il serpente insabbia l’anisocoria in ondulazione laterale, nulla a che vedere, alla lettera, con le puntualizzazioni della diottrica. Il serpente cancella la striscia con la difformità dello spostamento, il che più che rivoluzionare la dinamica della coreografia, elogiata dai contributi disegnati del marchingegno, delinea il termine finale, la grafia, come una ridondanza di linee e attrazioni, non mai sottoposta alla lungaggine della rettifica. Il nematode, refrattario a sfilare ma non a defilarsi, adorna il filo che striga l’aspetto, addipana la forma e snoda la sagoma. Addì, il facsimile delle osservazioni appagate, il paradosso, nello spessore spaziale dell’opinione, incita i coincidenti, il serpente e il nematode, pur nella nescienza delle premesse.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: