Home > Articolo intransitivo > L’interpretazione dell’equivoco

L’interpretazione dell’equivoco

Nel territorio dell’elocuzione la loquela di doppia madrelingua è il ludibrio delle postille in quanto, a detta del gergo, amplifica le perversioni. In generale, la loquela di doppia madrelingua è tacciata di incomunicabilità, in particolare è indicata come l’articolazione di una irriferibilità, in parole seguenti suona il mai detto, è mai detto che una parlata sia riprodotta da una doppia madrelingua. Da che la voce è oralità è inaudito che una doppia madrelingua senta un’unica loquela, dunque quest’ultima non può essere altrimenti che un’amorfizzazione del proferire. Per una versione dell’ode al sentire il gergo obbliga la loquela di doppia madrelingua a rinnegare una delle due madri, in caso di contrarietà le è reciso il frenulo, una recisione esplicabile.

Il lettore ad alta voce si domanda il rapporto causale, il perché la loquela di doppia madrelingua sia insensibile all’abbandono del territorio. Oltre l’emarginazione della loquela sussiste il nulla, se non il mutismo.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: