Home > Articolo transitivo > Paramnesia

Paramnesia

Il ricordo irrelato passa in rassegna l’esperire.  Esterrefatto dall’assenza dei segni che sui generis si espongono alle rimostranze, implica la ricognizione. Ebbene, i segni sono sempre sfuggenti, nella distinzione scomposti dal rimembrare, indicibili, intangibili, incomparabili, inarrivabili nel campo insensibile ripartito da Mnemosine. La condizione esterrefatta del ricordo irrelato divampa in angoscia, esso si rivolge con un dischiarare ad un esperto, in sorte quest’ultimo non sa in quale modo correlare l’esperienza, riconosce solo la reciprocità dell’amnesia e dell’assenza di segni eppure, con rammarico, ammette come non sia applicabile al caso del ricordo irrelato in quanto esso non è leso. Nell’intensità dell’angoscia il ricordo irrelato interpella lo sconosciuto, il quale impegnato in uno scambio e in una riforma dell’idea sminuita, non sa come sostenere o rinvenire l’assenza dei segni, custodisce la certificazione dell’esercitazione insensata. Logorato dallo smarrimento immaginario, sfinito dall’impossibilità di esperire lo svago, il ricordo irrelato avverte la presenza di un ricordo neutrale, senza immaginare una relazione, senza l’immagine di un rapporto e tantomeno le traversie e le tentazioni del nesso cognitivo, si scosta con gioiosa imperizia nell’avanzata dell’ignoto.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: