Il paziente acquisite le dimissioni in diagnosi, progredisce alla condizione succedanea o stato ansioso. Oltrepassata la scorrevolezza della prontitudine non domanda più se sarà più o meno in grado di corrispondere la posologia dell’attesa, la prognosi stigmatizza l’irresponsabilità del temine individuato attraverso la singolarità in incognito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...