Quinconce è invitato ad accomodarsi nella stanza. Quattro passi oltre l’uscio, su due piedi dall’entrata, si guarda intorno, la circostanza provvede alla visione del vano, non una vana previsione. Il capogiro è vertiginoso, per forza maggiore le estremità degli arti superiori soccorrono i termini degli arti inferiori. Quinconce entra in punta di piedi, è di stanza palmo a palmo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...