Archivio

Archive for giugno 2015

Contravvenzione

Il vanto doveroso si ostende con la prevaricazione. Il paradigma si giova della composizione. Non è sconveniente sedersi a gambe divaricate. Contrariamente al successo della precedenza, il cliente del vantaggio ostenta la propria posizione con l’impressione comune dell’atteggiamento scomposto. Il cliente del sopruso, colui che cede l’improprio posto, colei che prosegue l’antecedenza, nella repulsione all’immagine di comodo, intende l’esecuzione della prevaricazione o dell’abuso.

Non a caso

Quinconce è invitato ad accomodarsi nella stanza. Quattro passi oltre l’uscio, su due piedi dall’entrata, si guarda intorno, la circostanza provvede alla visione del vano, non una vana previsione. Il capogiro è vertiginoso, per forza maggiore le estremità degli arti superiori soccorrono i termini degli arti inferiori. Quinconce entra in punta di piedi, è di stanza palmo a palmo.

Parassita

Per una corretta, direzione comune, pratica del sostentamento è importante, addentrarsi con il prefisso ecto per non esporsi allo sgarbo dell’ospite. Per riguardo al senso nutriente, una grande esposizione all’infuori del prefiggere dovrebbe farsi più presso, in tal modo il coefficiente parassita, al cospetto dell’ospite, accantona il beneficio della preposizione. L’incondizionata grandezza dell’alterigia sarà la riconoscenza dell’ospite.