Home > Articolo transitivo > Velleità

Velleità

Magari è perseguitata dal congiuntivo imperfetto. Persino sui mezzi del trasporto pubblico. Diamine non le è affine. Le eufemie, compagne di classe, condizionano la concessione del permesso. Magariddio sarebbe una bella coppia. Diamine il vello, il buon partito con una villa di proprietà censita nella Montagnola Senese. Magari, la desiderata alquanto benvoluta. C’è una congiunzione avversativa. La desiderata stringe la relazione con le posizioni subordinate, le eufemie, per ellissi querela la formulazione benvoluta. Diamine è in disparte come una stazione irraggiungibile dai binari. Utinam, in coda alla vettura, è l’appercezione del desiderio, a torto magari. Magari l’indesiderabile, malvista, non pretende, come le eufemie, le condizioni proposizionali. Beninteso al desiderio che la funzione ellittica sia un’interiezione.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: