Un suggeritore: labirinti alfabetici [isagoge]

 “È per il tuo bene, dicono: divina frase nella quale riconosco il linguaggio ordinario della imbecillità trionfante.[1]

ADDIZIONE

BOREALE

COMPLOTTO DEL PRO …

DITALI PERFORANTI

EMOLLIENTE-SOLIDIFICANTE

FUORVIANTE ECO

GARGARISMI

HOTEL DI PASSAGGIO

INFINITI GORGORII DEL VIZIO

LABIRINTO DISTRICATO

MANI MANIACALI

NASCONDIGLI-NASCONDINO-NASCON D’ANO

OSSIMORI POSSIBILI

PLAGIO

QUASI UOMO

RAGGOMITOLARE

SEMINA-INFINITE EIACULAZIONI DI DIO

TORNI CON LE ALI

UVETTA PASSA

ZIG-ZAG

Aborigeni beccano coglioni di esterofili fustigati, governati, han imparato le maniere nobili, ospitali per quadrare rigorosamente, salutarmente, temporaneamente, vacue sozzure. Anfratti beati come diavoli elementari, fedeli, gioviali, hegeliani, lucenti menti narcotizzate ovunque per questioni riguardanti satelliti traditori univocamente visionanti zoo. Il medico prescrive già prima di scrivere, dilemma del lemma, l’alfabeto medicinale come tesoro di uno sviluppo precotto, confezioni scadenti, la scadenza ha un ruolo importante in territori alfabetici, sarà il clima, il costume, la scena scemante, la tovaglia come scacchiera, l’alfiere a cavallo saltante la torre assalente silente il coito regale, la schiera avanza scandente, cadente, rialzata dal retro di una confezione retrò, è importante osservare concentrandosi, con indugio, una data opaca quasi illeggibile perché non si potrà mai vivere oltre essa. “La vita oltre” è la grande campagna pubblicitaria dell’omeopatia!


[1] Donatien Alphonse François de Sade, Lettere da Vincennes e dalla Bastiglia, Arnoldo Mondatori, Milano 1976, p. 13

Annunci

N.B.

La comparazione del trillo al bene è denotativa.