La qualità pragmatica fuoriesce dalla bocca senza degustazione, l’analitica del buon gusto asperge l’affettazione di maniera in modo che la sintesi del cattivo gusto sia una modalità dell’irrisione. La qualità pragmatica sbuffa e riprende per il naso il ridere di gusto. In pratica, la prassi è una derisione del pragma, tuttavia i quanta prensili non ostacolano il neutro.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...