Home > Articolo transitivo > Il sesso dei filosofi – Prologo

Il sesso dei filosofi – Prologo

La curiosità del filosofo è il suo attributo manifesto, come un provetto attacchino copre il mondo di china dei propri manifesti pubblicitari, l’effigie dai lineamenti profondamente marcati, marchianti uno scambio di oggetti vicendevolmente esautorati da un soggetto del mercato dell’usato e estrapolati da una serie di correlati assegnanti un perimetro al solido uomo, concentrato nell’applicazione rigorosa del calcolo in volume del proprio fare, un’area di affari sviluppata con proposizioni direttamente interessate ai numeri primi, indivisibili e attestanti l’utile netto, stornato dalle cause efficienti, inficianti e finali. Un oggetto rapportato all’obiettiva unità dei termini soggettivamente predicanti e oggettivamente specificati: la moneta del filosofo. Nell’economia del filosofo è una buona politica ritenere il piccolo taglio a portata di mano. La speculazione di Onan e di Gigas è cosciente del meretricio, l’unità di misura è il monito all’accoppiamento, giace il nano sul corpo del sago, prima che i sagi siano inondati nel nanometro il presagio n’è l’escara del monile.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: