Mozzafiato

Lettrice dal fiato sospeso, innanzitutto una carezza. Ho incontrato e baciato una dama dalle scollacciate vesti. Con un pudico contatto ha sfiorato il mio sedere. Un risvolto del comune senso del pudore. Ha giocherellato con le proprie dita prima con le sue labbra, poi ha sfiorato, sempre con i polpastrelli e con un tatto sensuale, le mie labbra. Quasi una licenza incorporea. Le nostre salive, ai margini di una vetta del desiderio, hanno effettuato il culmine dell’emozione. Il segreto dell’oralità si è svelato. Con torpore e languore il nervo vago ha ritrovato ospitalità. I nostri volti si son avvicinati nel divenire dell’amor cortese. Le nostre labbra si son quasi congiunte sulla soglia del respiro. Io con la spossatezza dell’incontro mozzafiato. Lei con l’inquietudine del fiatone. Sono letteralmente senza parole, lei, ancora ora, logorroica. Si è presentata, il suo nome è : Raucedine.

Annunci
  1. Non c'è ancora nessun commento.
  1. No trackbacks yet.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: